Bosco Ginkgo Zafferano Marco Sarandrea - Furgoni pronti per le consegne -1960 circa -archivio fotografico Marco Sarandrea all'imbottigliamento - 1950 circa -archivio fotografico Prunella Marco Sarandrea- La prima sede- archivio fotografico Marco Sarandrea- Collaboratrici al lavoro -1950/1960- archivio fotografico
Piante officinali
A - B - C - D - E - F - G - H - I - J - K - L - M - N - O - P - Q - R - S - T - U - V - W - X - Y - Z
Camomilla - Matricaria chamomilla L.

CAMOMILLA



Famiglia: Compositae (Asteraceae)
Specie: Matricaria chamomilla L. sin. Matricaria recutita Rausch.
Habitat: Campi, bordi delle strade, ruderi e macerie dalla pianura alla collina.
Parte utilizzata: Pianta intera fiorita.
Epoca di raccolta: Inizio estate.



Pianta alta fino a 30-35 cm. con fusto articolato e foglie capillari. I fiori sono come le margherite
ma con disco centrale di forma ovale che supera il piano della corolla. Esistono molte specie simili
come la camomilla romana o quella “inodora” ma la vera camomilla si riconosce per il suo
caratteristico odore dolciastro e penetrante.
Curiosità
Il nome matricaria deriva da matrix = utero per via delle sue proprietà emmenagoghe. Il nome
camomilla deriva invece dal greco khamaimelon = mela di terra o piccola mela.
Principi attivi:
Olii essenziali 0,3-1,5% (alfa-bisabololo e alfa-bisabololo ossido A e B, farnesene), proazuleni
(matricina e matricarina), flavonoidi (apigenina, luteolina, patuletina, quercimeritrina, eupatoletina),
cumarine (umbelliferone, erniaria), polisaccaridi, sostanze amare, colina.
Uso interno (Soluzione idroalcoolica)
Possiede proprietà moderatamente sedative, antinfiammatorie, spasmolitiche, immunostimolanti,
emmenagoghe, antidismenorroiche ed eupeptiche.
Indicazioni: Ansia, nervosismo, insonnia, nevralgie, ulcera gastrica e duodenale, gastriti,
amenorrea e dismenorrea, turbe della menopausa.
Posologia: 35 gocce in poca acqua tre volte al giorno prima o dopo i pasti.
Tisana
La tisana si prepara con infuso all’ 1-1,5%. Per un effetto calmante e conciliante del sonno non
superare i 10 minuti di infusione.
Droghe sinergiche: ANICE VERDE, CARVI, ESCOLZIA, EUFRASIA, FINOCCHIO, IPERICO,
LAMIO BIANCO, LIQUIRIZIA, MENTA PIPERITA, PARTENIO, PASSIFLORA,
POTENTILLA, TIGLIO, VALERIANA OFFICINALE, ZENZERO
Avvertenze ed effetti indesiderati: Da non utilizzare in caso di sintomatologie diarroiche. L’uso
per impacchi oftalmici, se protratto, può causare irritazioni. L’abuso può determinare assuefazione e
quindi insonnia e nausea.


I testi sono coperti da diritti d’autore e possono essere utilizzati solo per consultazione in quanto gli autori (Marco Sarandrea e Walter Culicelli) li hanno autorizzati solo a questo scopo


 

*
*