Bosco Ginkgo Zafferano Marco Sarandrea - Furgoni pronti per le consegne -1960 circa -archivio fotografico Marco Sarandrea all'imbottigliamento - 1950 circa -archivio fotografico Prunella Marco Sarandrea- La prima sede- archivio fotografico Marco Sarandrea- Collaboratrici al lavoro -1950/1960- archivio fotografico
Piante officinali
A - B - C - D - E - F - G - H - I - J - K - L - M - N - O - P - Q - R - S - T - U - V - W - X - Y - Z
Epilobio-Epilobium angustifolium L.

EPILOBIO



Famiglia: Onagraceae
Specie: Epilobium angustifolium L.
Habitat: Margine di torrenti e boschi montani.
Parte utilizzata: Pianta fiorita.
Epoca di raccolta: Giugno-Luglio.



Pianta erbacea alta circa 150 cm. con fitte foglie lanceolate lungo il fusto e densa spiga fiori
purpureo-violacei.
Curiosità
Il nome generico deriva dal greco col significato di sopra ai lobi, con riferimento alla posizione dei
petali inseriti sopra l’ovario. Nella nomenclatura popolare è chiamato anche Garofanino maggiore,
gambi rossi, Behen rosso.
Principi attivi:
Flavonoidi (quercitina, campferolo, sitosterolo, sitosterol-3-beta-D-glucoside, miricetina), acidi
triterpenici (ursolico, oleanolico), tannini gallici, mucillagini, pectine, olii essenziali.
Uso esterno
Un cucchiaino di soluzione alcolica diluito in un bicchiere d’acqua è un ottimo collutorio da
utilizzare per gargarismi in caso di tonsilliti, afta, gengiviti e laringiti.
Uso interno (Soluzione idroalcoolica)
Proprietà astringenti, emollienti, antinfiammatorie e antiprostatiche.
Indicazioni: Prostatiti, adenoma prostatico, infiammazioni intestinali.
Posologia: 40 gocce in poca acqua tre volte al giorno lontano dai pasti.
Tisana
Preparare un infuso al 2% in acqua bollente lasciando infondere per circa 10 minuti.
Avvertenze ed effetti indesiderati: non segnalati.
I testi sono coperti da diritti d’autore e possono essere utilizzati solo per consultazione in quanto gli autori
(Marco Sarandrea e Walter Culicelli) li hanno autorizzati solo a questo scopo

*
*