Bosco Ginkgo Zafferano Marco Sarandrea - Furgoni pronti per le consegne -1960 circa -archivio fotografico Marco Sarandrea all'imbottigliamento - 1950 circa -archivio fotografico Prunella Marco Sarandrea- La prima sede- archivio fotografico Marco Sarandrea- Collaboratrici al lavoro -1950/1960- archivio fotografico
Piante officinali
A - B - C - D - E - F - G - H - I - J - K - L - M - N - O - P - Q - R - S - T - U - V - W - X - Y - Z
Cardo Mariano-Silybum marianum L. Gaertner

CARDO MARIANO



Famiglia: Compositae (Asteraceae)
Specie: Silybum marianum L. Gaertner
Habitat: Campi e incolti fino alla zona pedemontana.
Parte utilizzata: Frutti.



Epoca di raccolta: Luglio-agosto e comunque a completa maturazione.
Pianta erbacea alta fino a 150 cm. con brattee spinose e fiori tubuliflori purpureo-violacei. Le foglie
sono simili a quelle del carciofo ma con punte spinose e caratteristiche venature bianche sulla
pagina superiore.
Curiosità
Dal greco silybon che indicava un cardo con le foglie screziate il nome specifico è riferito alla
leggenda secondo la quale le macchie bianche sulle foglie sono state originate dalle gocce di latte
della Vergine Maria durante la fuga in Egitto.
Principi attivi:
Flavolignani 1,5-3% (silimarina), flavonoidi (taxifolina, quercitina, diidrocampferolo), olii
essenziali, lipidi, tiramina, istamina, resine amare, steroli.
Uso interno (Soluzione idroalcoolica)
Possiede proprietà aperitive, ipertensive, digestive, epotoprotettrici, depurative soprattutto a livello
epatico.
Indicazioni: Epatopatie, steatosi del fegato, epatiti, ipotensione arteriosa, emorragie, cirrosi epatica.
Posologia: 40 gocce in poca acqua tre volte al giorno prima dei pasti.
Tisana
La tisana si prepara con infuso al 2% in acqua bollente per 15 minuti.
Droghe sinergiche: ALKEKENGI, FUMARIA, MELISSA, PILOSELLA, ROSMARINO, TIGLIO
Avvertenze ed effetti indesiderati: Nelle donne può essere causa di ritardi del ciclo mestruale.
I testi sono coperti da diritti d’autore e possono essere utilizzati solo per consultazione in quanto gli autori
(Marco Sarandrea e Walter Culicelli) li hanno autorizzati solo a questo scopo

*
*