Bosco Ginkgo Zafferano Marco Sarandrea - Furgoni pronti per le consegne -1960 circa -archivio fotografico Marco Sarandrea all'imbottigliamento - 1950 circa -archivio fotografico Prunella Marco Sarandrea- La prima sede- archivio fotografico Marco Sarandrea- Collaboratrici al lavoro -1950/1960- archivio fotografico
Piante officinali
A - B - C - D - E - F - G - H - I - J - K - L - M - N - O - P - Q - R - S - T - U - V - W - X - Y - Z
Lythrum salicaria L.

LYTHRUM SALICARIA   -   SALCERELLA O SALICARIA


 


Famiglia: Lythraceae


Specie: Lythrum salicaria L.


Habitat: Paludi, lungo i fossi e i fiumi.


Parte utilizzata: Parte aerea fiorita.


Epoca di raccolta: Estate


 


 


Pianta erbacea perenne alata fino a150 cm. con fusti eretti spesso ramificati e leggermente legnosi alla base, tetragoni, e pubescenti. Foglie ellittiche sessili, lanceolate, cuoriformi alla base, a margine intero, la pagina inferiore nervata; quelle alla base sono opposte, le superiori alterne. Da brattee ascellari sbocciano fiori rosa-violaceo, che formano lunghe e vistose spighe terminali.


 


Curiosità
Il nome generico deriva da greco “lýthron” = “sangue” , in quanto si ritenva che questa pianta fosse efficace contro le emorragie, il nome specifico indica la somiglianza delle foglie con quelle del salice.


 


Principi attivi:


Tannini gallici (fino al 10%), flavonoidi (vitexina, orientina, narcissina), antociani (malvidolo, cianidolo), glicoside salicarina, olii essenziali in tracce, resine e mucillagini.


 


Uso interno (Soluzione idroalcoolica)


La salicaria, come astringente è principalmente un’antidiarroica e possiede anche proprietà antinfiammatorie, analgesiche, antisettiche intestinali.


Indicazioni: Diarree anche infantili, infiammazioni intestinali, enteriti, dissenteria.


Posologia: 40-50 gocce in poca acqua da tre a cinque volte al giorno lontano dai pasti.


 


Tisana:


Per uso interno la preparazione migliore è l’infuso al 5% lasciato infondere per almeno venti minuti (assumerne 3-5 tazze al giorno). Il decotto al 10% (far bollire 10 minuti) è invece indicato per uso locale (piccole emorragie, vaginiti e leucorrea).


 


Avvertenze ed effetti indesiderati: Non segnalati.


 


I testi sono coperti da diritti d’autore e possono essere utilizzati solo per consultazione in quanto gli autori (Marco Sarandrea e Walter Culicelli) li hanno autorizzati solo a questo scopo

*
*