Bosco Ginkgo Zafferano Marco Sarandrea - Furgoni pronti per le consegne -1960 circa -archivio fotografico Marco Sarandrea all'imbottigliamento - 1950 circa -archivio fotografico Prunella Marco Sarandrea- La prima sede- archivio fotografico Marco Sarandrea- Collaboratrici al lavoro -1950/1960- archivio fotografico
Piante officinali
A - B - C - D - E - F - G - H - I - J - K - L - M - N - O - P - Q - R - S - T - U - V - W - X - Y - Z
Papavero - Papaver rhoeas L.

PAPAVERO


 


Famiglia: Papaveraceae


Specie: Papaver rhoeas L.


Habitat: Ovunque nei campi, macerie, bordi delle strade.


Parte utilizzata: Pianta intera fiorita


Epoca di raccolta: Tarda primavera-estate


 


Pianta erbacea annuale con radice bianca a fittone e sovrastante rosetta basale di foglie da cui partono i fusti eretti, ramificati e setolosi alti fino a80 cme ricoperti di peli lunghi e patenti. Dalle ferite del fusto e delle altre parti della pianta fuoriesce il tipico latice bianco di odore sgradevole. I fiori solitari sono grandi e formati da quattro o più grandi petali rossi e sovrapposti.


 


Curiosità


Il nome deriva direttamente dal latino = papavero rosso. Il nome volgare secondo alcuni deriverebbe dal celtico “pap” = pappa per l’antica usanza di mescolare nelle pappe dei bambini il succo della pianta al fine di favorirne il sonno.


 


Principi attivi:


Alcaloidi (papaverrubina, readina, isoreadina, stilopina, protopina ecc.), acido meconico, mecocianina, glicosidi antocianici, mucillagini, tannini.


 


Uso interno (Soluzione idroalcoolica)


Il papavero esplica azioni calmanti, antitussive, spasmolitiche e sudorifere.


Indicazioni: Ansia e insonnia infantile, tosse secca e pertosse, coliche addominali.


Posologia: 20 gocce in poca acqua tre volte al giorno lontano dai pasti. Per l’insonnia 40 gocce prima di coricarsi.


 


Droghe sinergiche: BALLOTA, GINESTRINO, LUPPOLO, MELISSA, PASSIFLORA, VERBASCO


 


Avvertenze ed effetti indesiderati: Può provocare intossicazioni in caso di dosi inappropriate o elevate.


 


I testi sono coperti da diritti d’autore e possono essere utilizzati solo per consultazione in quanto gli autori (Marco Sarandrea e Walter Culicelli) li hanno autorizzati solo a questo scopo


 

*
*