Bosco Ginkgo Zafferano Marco Sarandrea - Furgoni pronti per le consegne -1960 circa -archivio fotografico Marco Sarandrea all'imbottigliamento - 1950 circa -archivio fotografico Prunella Marco Sarandrea- La prima sede- archivio fotografico Marco Sarandrea- Collaboratrici al lavoro -1950/1960- archivio fotografico
Piante officinali
A - B - C - D - E - F - G - H - I - J - K - L - M - N - O - P - Q - R - S - T - U - V - W - X - Y - Z
Nocciolo - Corylus avellana L.

NOCCIOLO


 


Famiglia: Corylaceae


Specie: Corylus avellana L.


Habitat: Dalla zona collinare a quella montana.


Parte utilizzata: Foglie e corteccia/gemme.


Epoca di raccolta: Primavera-estate.


 


Arbusto alto 3-4 metri, a volte anche fino a10 metri. Foglie alterne tondeggianti, acuminate all’apice, con margine a doppia dentatura, tomentose nella pagina inferiore. Il picciolo è breve e tomentoso. Fiori maschili in amenti penduli, di color giallastro, ricchi di polline a diffusione anemofila. Fiori femminili presenti sulla stessa pianta poco appariscenti, a forma di gemma, provvisti di un breve ciuffetto di stimmi color rosso vivo. I frutti, le note nocciole sono circondati quasi interamente da un involucro fogliaceo, dentato o irregolarmente frastagliato.


 


Curiosità


Corylus deriva dal greco "koris" = elmo, per la forma dell'involucro ricoprente i frutti; il termine specifico deriva dal latino "nux abellana", cioè noce di Avellino, per la ricchezza di nocciole del territorio di quella città fin dai tempi antichi.


 


Principi attivi:


Foglie: olii essenziali, beta-sitosterolo, tarasserolo, flavonoidi, miricitroside, tannini, saccarosio. Corteccia: tracce di olii essenziali, tannini, flobafene, resine, olio fisso, sitosterina, betulina.


 


Uso interno (Soluzione idroalcoolica)


Proprietà flebotoniche, antiedematose, antinfiammatorie, cicatrizzanti, antiemorragiche.


Indicazioni:  Problemi circolatori (insufficienza) agli arti inferiori, emorragie, varici ed ulcere varicose, emorroidi, dismenorrea, menometrorragie.


Posologia: 40 gocce in poca acqua tre-quattro volte al giorno lontano dai pasti.


 


Note: La soluzione idroalcoolica di nocciolo sostituisce validamente quella di Amamelide.


 


Uso interno (Gemmoderivato delle gemme)


Proprietà antianemiche, stimolante le cellule di Kupfer, antisclerotiche e antiarteriosclerotiche.


Indicazioni: Anemie ipocromiche e microcitiche, cirrosi, epatiti croniche, enfisema polmonare, bronchiti, arteripatie obliteranti soprattutto a carico degli arti inferiori.


Posologia: 40 gocce in poca acqua tre volte al giorno lontano dai pasti.


 


Avvertenze ed effetti indesiderati: non segnalati.


 


I testi sono coperti da diritti d’autore e possono essere utilizzati solo per consultazione in quanto gli autori (Marco Sarandrea e Walter Culicelli) li hanno autorizzati solo a questo scopo


 

*
*