Bosco Ginkgo Zafferano Marco Sarandrea - Furgoni pronti per le consegne -1960 circa -archivio fotografico Marco Sarandrea all'imbottigliamento - 1950 circa -archivio fotografico Prunella Marco Sarandrea- La prima sede- archivio fotografico Marco Sarandrea- Collaboratrici al lavoro -1950/1960- archivio fotografico
Piante officinali
A - B - C - D - E - F - G - H - I - J - K - L - M - N - O - P - Q - R - S - T - U - V - W - X - Y - Z
Medicago sativa

MEDICAGO SATIVA   -   ALFA-ALFA


 


Famiglia: Leguminosae


Specie: Medicago sativa L.


Habitat: Campi, incolti.


Parte utilizzata: Pianta intera fiorita.


Epoca di raccolta: Giugno-agosto


 


 


Pianta erbacea alta 30-50 cm.con foglie composte e fiori papilionacei riuniti in fitti racemi violacei.


 


Curiosità


Il nome del genere deriva dal greco “mediko”', da Medi, antica regione medio-orientale da dove si supponeva che provenissero alcune piante del genere. Ai coltivatori e allevatori è nota come “Erba medica” anche se il termine “medico” non ha nulla a che vedere col nome della pianta.


 


Principi attivi:


Sali minerali 2-3%, Isoflavoni (biocanolo A, formononetolo, genisteina), Cumarine, Alcaloidi, Vitamine ( provitamina A, B1, B2, B6, C, D, E, K, acido folico), Saponine triterpeniche, Porfirina, Clorofilla.


 


Uso interno


Soluzione idroalcoolica


Possiede proprietà rimineralizzanti, nutrienti e stimolanti dell’appetito e delle funzioni epato-biliari, antiemorragiche e ipocolesterolemizzanti.


Indicazioni: Inappetenza, Convalescenza e astenie, ipercolesterolemia, emorragie.


Posologia: 50 gocce in poca acqua lontano dai pasti.


 


Tisana


Infuso al 2-3%.


 


Droghe sinergiche: AVENA, CIMICIFUGA, GINSENG, ORTICA, SALVIA OFFICINALE, TRIFOGLIO DEI PRATI


 


Avvertenze ed effetti indesiderati: Non segnalati


 


I testi sono coperti da diritti d’autore e possono essere utilizzati solo per consultazione in quanto gli autori (Marco Sarandrea e Walter Culicelli) li hanno autorizzati solo a questo scopo

*
*